ATTIVITÀ DI CUCINA

Oggi pasticcio io… a scuola.

In cucina i bambini sviluppano la curiosità, la manualità e la creatività, scoprono gli alimenti ed entrano in confidenza con il cibo attraverso i 5 sensi in modo pratico, spontaneo e divertente. Crediamo che la cucina sia un’attività di enorme valore educativo, culturale e affettivo.
In cucina, infatti, i bambini affinano la propria curiosità, la manualità, la creatività, scoprono gli alimenti ed imparano ad avere un nuovo rapporto con il cibo.

L’obiettivo è – attraverso l’esperienza della cucina – far riflettere i bambini sul tema dell’alimentazione e offrire loro lo spunto per aprirsi alla scoperta del mondo naturale.
Le nostre proposte, dovendo inserirsi all’interno del percorso formativo, vengono “calibrate” di volta in volta, sulle caratteristiche del gruppo di bambini al quale sono destinate ma sono strutturate sempre sull’asse del GIOCO.

Cucinare è poi un’attività molto stimolante dal punto di vista cognitivo, perché ricca di spunti di osservazione ed esperienze che sono alla base della comprensione dei concetti base della fisica, della chimica, della matematica.
Inoltre, lo stimolo del “cucinare insieme” fornisce importanti opportunità di relazione e di socializzazione, facilita l’accettazione, la comprensione ed il superamento dei propri limiti, avvicina il bambino ad apprezzare la possibilità di accettare l’aiuto di adulti e dei compagni, e di provare per questo gratitudine.
i bambini imparano anche che esistono delle regole per poter realizzare un piatto, essendo però questa un’attività che loro amano non le vedono come vincoli frustranti, ma come piacevoli azioni per arrivare insieme ad un risultato.

Impasti e decorazioni sono anche una grande occasione per entrare in contatto con la cooperazione, cioè il fare insieme non solo per uno, ma per tutti.
Tempi, strumenti e attenzione sono gli elementi da mettere a disposizione per far uscire il loro spirito di osservazione ed emulazione. Cucinare anche e soprattutto per i bambini è una cosa seria, come tutto ciò che fanno, e richiede dedizione, attenzione ed esempio.

Il concetto di attesa è legato al concetto di tempo e imparando a vivere e a rispettare l’una si rispetta anche l’altro. Cucinando si fa esperienza del tempo e dei tempi dell’impasto, della lievitazione, della cottura e, abituandosi e capendone fin da piccoli l’importanza, sarà più facile rispettare anche i tempi di chi ci sta intorno. Il rispetto dei tempi e delle preferenze permetterà di portare a casa un prodotto non sempre perfetto, ma che si può consumare a tavola con la propria famiglia.