Il ruolo rivestito dalla fiaba va ben oltre il semplice intrattenimento; esse costituiscono, infatti, uno strumento educativo molto efficace.  Le fiabe, con i loro racconti fantastici e i loro personaggi, parlano al bambino utilizzando proprio il loro linguaggio. Il linguaggio della fantasia. Questo tipo di linguaggio arriva immediatamente al mondo affettivo...

L’attenzione degli insegnanti al benessere psicofisico fin dalle prime epoche di sviluppo ha permesso di integrare la dimensione della socializzazione a quella dell’apprendimento delle emozioni, sempre più convinti del concetto che intelletto ed emozioni non sono aspetti separati.  I bambini sono iperstimolati e dall’esterno vengono...

[qode_carousel carousel='manipolazione' order_by='menu_order' order='ASC' control_style='light'] Attraverso le attività tattili, i bambini esplorano il mondo circostante e imparano a riconoscere le proprietà fisiche delle cose; affinano così le abilità motorie indispensabili per un equilibrato sviluppo psicomotorio: processi di coordinazione oculo-manuale, lateralizzazione e abilità relative al conoscere, quali...

[qode_carousel carousel='psicomotricita' order_by='menu_order' order='ASC' control_style='light'] L'attività psicomotoria consente di mettere in moto contemporaneamente corpo, emozioni e pensieri in maniera fluida. Il bambino è posto nella condizione di sviluppare una consapevolezza del proprio corpo in relazione all'altro e all'uso degli oggetti. L'obiettivo è di permettergli di esplorare, sperimentare...

[qode_carousel carousel='atelier-pittura' order_by='menu_order' order='ASC' control_style='light'] Un' aula adibita ad atelier, fogli attaccati alle pareti, un tavolo al centro con pennelli e colori e musica di Mozart in sottofondo: “il gioco del dipingere” sulle orme di Arno Stern. Si dipinge sulle pareti, in piedi, in ginocchio, seduti...

[qode_carousel carousel='teatro' order_by='menu_order' order='ASC' control_style='light'] “Si può fare teatro ovunque, purché si trovi il luogo in cui viene a crearsi la condizione fondamentale per il teatro; deve esserci, cioè, qualcuno che ha individuato qualcosa da dire, e deve esserci qualcuno che ha bisogno di starlo a...