LABORATORIO MUSICALE

La musica è il nutrimento insostituibile che rende l’uomo completo. come il linguaggio e la matematica, la musica infatti fornisce un sistema di segni che servono ad esprimere e capire noi stessi. Grazie a questo sistema di segni impariamo a comunicare in modo efficace e a vivere meglio la collettività. Se si vuole una comunità formata da esseri umani completi, la musica deve essere quindi un bene comune.
Z.Kodàly

Il corso prevede un avvicinamento alla musica “colta ed extracolta”, attraverso l’attività ludica.
Lo scopo non è quello di formare musicisti, ma di avvicinare i bambini al linguaggio musicale attraverso il gioco utilizzando, tra le varie metodologie didattiche innovative, quella che si basa sull’impiego dello strumentario ORFF: si tratta di un insieme di strumenti a percussione (quali ad esempio il tamburo, le maracas, il triangolo, i sonagli,ecc.) che non implicano una conoscenza tecnica pregressa, ma anzi, donano al bambino immediata soddisfazione nel loro utilizzo.

Dal gioco del “chiasso organizzato”, dal quale il percorso parte (il gioco del direttore d’orchestra), attraverso giochi, schede e materiali, si arriverà a codificare il gesto in un segno, il segno in un ritmo, quest’ultimo graficamente poi trasformato in una nota.
A supportare ed arricchire la parte strumentale ci sarà il canto che, grazie ad un vastissimo repertorio di canti popolari, sarà parte integrante dell’attività.

Inoltre, nell’ambito dello stesso incontro, saranno affrontati più argomenti per mantenere viva l’attenzione dei bambini, come drammatizzazione su brani brani sinfonici, giochi di ruolo, schede didattiche, costruzione di strumenti con materiale di recupero.